CONSENSUS FARMACI BIOSIMILARI: a new challenge

Da 15/12 al 15/12/2016, Roma, Starhotels Metropole

Ad un anno dal lancio del primo anticorpo monoclonale biosimilare cominciano ad essere disponibili i dati real life in grado di chiarire alcuni dubbi. I farmaci biosimilari scontano ancora oggi una scarsa conoscenza della loro specificità da parte dei medici, dei pazienti e dei tecnici che gestiscono i sistemi sanitari regionali. Questi farmaci vengono spesso assimilati ai farmaci generici, nonostante abbiano un iter autorizzativo molto più complesso e un sistema di monitoraggio analogo a quello dei farmaci biologici branded. Il ciclo di conferenze vuole innanzitutto incidere su questo aspetto, sviluppando una corretta conoscenza dei farmaci biosimilari, mettendo in evidenza i possibili vantaggi per tutti gli stakeholder di un corretto ricorso a questi farmaci, al fine di far superare alcune resistenze al ricorso a questi farmaci. La disponibilità dei dati real life (studio nor- switch) insieme con le esperienze dei database italiani, tenendo sempre in considerazione la sovrapposizione delle patologie interessate, saranno l'occasione per un confronto tra i diversi stakeholder nella rivalutazione del percorso diagnostico terapeutico. L’approccio metodologico complessivo sarà di costruire un'alleanza tra pazienti, medici, decisori tecnici e politici per assicurare un corretto accesso dei pazienti ai farmaci innovativi coniugato con la sostenibilità finanziaria dei servizi sanitari regionali. i farmaci biosimilari sono in grado di offrire una risposta ad alcuni bisogni e interessi di tutti gli stakeholder: medici e pazienti hanno la necessità di poter contare sul maggiore accesso alle cure che questi farmaci possono assicurare, i sistemi sanitari regionali devono poter mantenere in equilibrio i conti, e i biosimilari possono contribuire a farlo, le aziende produttrici hanno necessità che le regioni abbiano sotto controllo la spesa sanitaria per poter far fronte agli impegni di spesa. Tutti questi risultati possono essere raggiunti attraverso una corretta gestione dei farmaci biosimilari, una competizione trasparente che generi risparmio di risorse economiche e una concorrente attenta gestione dei farmaci biologici innovativi. D’altra parte solo una politica di accesso ai farmaci innovativi coniugata a una politica di sostenibilità perseguita attraverso l’utilizzo di farmaci a brevetto scaduto consente di centrare sia l'obiettivo della sostenibilità che quello dell’accesso alle terapie, e solo un dialogo e un percorso condiviso tra i diversi soggetti coinvolti può portare a vantaggi e nuove opportunità per tutti. Nell’approfondire il tema dei farmaci biosimilari saranno dunque approfondite le esigenze dei chi a diverso titolo ha interesse e bisogno che questi farmaci siano correttamente utilizzati all’interno del nostro SSN:  I pazienti, interessati ad un migliore accesso ai farmaci  I medici, interessati all’opportunità di trattare più pazienti con le terapie appropriate  Gli enti pagatori, interessati al risparmio sui costi e alla sostenibilità finanziaria dei servizi sanitari

Dal 15/12 al 15/12/2016

Roma, Starhotels Metropole

DESTINATARI

Farmacista ospedaliero, medico chirurgo

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

PROVIDER

N crediti ECM

8,8

PROGRAMMA IN PDF
 

MODULO ISCRIZIONE
online

SLIDE KIT
 

DOCUMENTAZIONE
 

SCARICA RELAZIONI

Non ci sono relazioni disponibili

PARTNER